Sicurezza e normativa SOLAS ne parlano lo Studio Mordiglia ed il Propeller Milano

21 Giugno 2016

L’Organizzazione marittima internazionale (IMO) ha recentemente modificato la Convenzione SOLAS (Salvaguardia della vita in mare) richiedendo, come condizione per il caricamento di un container confezionato su una nave per esportazione, che il container abbia un peso verificato. Il responsabile della verifica del peso del container confezionato è lo spedizioniere. Tale requisito avrà efficacia legale dal 1 ° luglio 2016. Dopo tale data, caricare un container confezionato su una nave senza che l’operatore della nave e l’operatore del terminale marittimo abbiano un peso verificato del container sarà una violazione della Convenzione SOLAS. Gli emendamenti SOLAS prevedono che ci siano due metodi chi gli spedizionieri possono utilizzare per determinare il peso del container una volta che il processo di riempimento del container ha avuto luogo. Questo requisito si applicherà a livello globale. Gli spedizionieri, i trasportatori, gli operatori delle navi e gli operatori dei terminali marittimi avranno, tutti, la necessità di definire le politiche e le procedure per garantire l’attuazione di questo cambiamento normativo. Questo l’argomento trattato ieri, 20 giugno, da Marco Lopez de Gonzalo socio del Propeller Milano nel seminario di ieri in collaborazione con il Club Milanese.

In allegato la presentazione Presentazione ML – SOLAS VGMClaKbaTWMAA-TPl